Statuto

/Statuto
Statuto 2017-09-21T15:09:23+00:00

ATTO COSTITUTIVO

Titolo I
Costituzione
Art. 1 – In data 4 ottobre 2005 a Treviso si costituisce un’associazione sportiva di carattere dilettantistico per la promozione della moto e del motociclismo nei suoi valori sportivi, culturali, turistici e di aggregazione.
L’associazione è denominata “Associazione Motolonga”, ha la sua prima sede in Treviso e non opera per fini di lucro.
Il patrimonio sociale sarà costituito dai versamenti degli associati, dai contributi, dalle donazioni liberali e da eventuali altri introiti che dovessero derivare da attività di natura commerciale, industriale e finanziaria, intraprese in via strumentale e mai prevalente, per il conseguimento dei fini associativi.
L’eventuale utile di esercizio è sempre destinato ad iniziative di utilità sociale. In nessun caso l’eventuale utile di esercizio dell’Associazione può essere ripartito tra i Soci.
L’Assemblea dei Soci elegge un Presidente che ha la rappresentanza dell’Associazione e un Consiglio Direttivo, i quali dureranno in carica cinque anni e potranno essere rieletti.
Potranno essere ammessi a fare parte dell’Associazione tutti coloro che condividono gli scopi associativi e che ne facciano espressa domanda. Tutti i Soci avranno diritto a partecipare attivamente alla vita del sodalizio e di essere eletti alle cariche direttive.
L’Associazione è costituita per adesione e ha durata illimitata.

Norma transitoria
Art. 2 – In sede costituente è eletto primo Presidente e legale rappresentante dell’Associazione il Sig. Manuel Pegoraro, fondatore, che rimarrà in carica secondo statuto e salva conferma fino alla prima Assemblea Generale, da convocarsi entro e non oltre il 21 marzo 2006.


STATUTO

Titolo I
Disposizioni generali – Scopo dell’Associazione
Art. 1 – E’ costituita un’associazione sportiva dilettantistica senza fini di lucro denominata “Associazione Motolonga” (di seguito Associazione).
L’Associazione ha sede in Treviso e ha durata illimitata.
Art. 2 – L’Associazione è democratica, disconosce ogni discriminazione ideologica, confessionale e di genere e non ha finalità di lucro. Essa si propone di promuovere la moto e il motociclismo nei suoi valori sportivi, culturali, turistici e di aggregazione ovvero di contribuire ad arricchire la passione per la moto e il motociclismo e di incrementare il numero di nuovi appassionati.
A tal fine l’Associazione:
a) Eventi – Si propone di organizzare occasioni di incontro per appassionati di moto come ad esempio (ma non limitatamente a) motoraduni, motogiri, tours in moto, fiere espositive di settore, prove e test, competizioni;
b) Turismo – Si propone di ideare, realizzare, sviluppare e/o favorire progetti per la promozione del turismo in moto e per la promozione, la salvaguardia e la riscoperta di percorsi, itinerari, strade ed aree di particolare interesse mototuristico;
c) Editoria – Si propone di ideare, progettare, sviluppare e/o favorire progetti di comunicazione dedicati agli appassionati di moto come ad esempio (ma non limitatamente a) siti internet, guide, roadbook, mappe, applicazioni digitali, pubblicazioni, periodici, magazine e forum;
d) Formazione – Si propone di promuovere e/o favorire progetti per la formazione, l’approfondimento e la ricerca a vantaggio del settore motociclistico come ad esempio (ma non limitatamente a) la diffusione della cultura della sicurezza stradale, il miglioramento delle normative, i corsi di primo soccorso;
e) Epoca – Si propone di ideare, realizzare, organizzare e/o favorire progetti per la riscoperta e la salvaguardia della moto e del motociclismo d’epoca sia come valore storico che come approccio privilegiato al territorio, alla cultura, al paesaggio e all’aggregazione;
f) Sport – Si propone di favorire e sostenere l’accesso di nuovi appassionati nel mondo della competizione motociclistica;
g) Servizi – Si propone di ideare, progettare, sviluppare, realizzare e/o favorire qualunque utilità per i motociclisti come ad esempio (ma non limitatamente a) card sconti, benefit, promozioni, ricerca partners, agevolazioni, assistenza.
L’Associazione per il raggiungimento dei propri scopi associativi può attuare ogni attività ritenuta utile ivi inclusa ogni iniziativa di natura commerciale, industriale e finanziaria, quando intrapresa in via strumentale e mai prevalente, compatibilmente con il principio del fine non lucrativo del sodalizio.
Art. 3 – L’Associazione potrà collaborare con altri enti e/o associazioni per lo sviluppo di iniziative affini o complementari ai propri scopi sociali. Fatti salvi gli obblighi di Legge, essa dovrà tuttavia mantenere sempre e comunque la più completa autonomia nei confronti di qualunque soggetto terzo.
Art. 4 – Gli organi dell’Associazione sono:
a) l’Assemblea dei Soci;
b) il Consiglio Direttivo;
c) il Presidente;
d) i Revisori dei Conti;
e) il Collegio dei Probiviri.

Titolo II
I Soci
Art. 5 – Possono far parte dell’Associazione tutte le persone fisiche che ne condividono lo Statuto, capaci di impegnarsi a favore di essa e interessate ad apportare un proprio contributo professionale e personale alla crescita del sodalizio.
La domanda di ammissione all’Associazione in qualità di Socio (Socio Ordinario) va formalmente inoltrata al Consiglio Direttivo il quale può accogliere o respingere la stessa a proprio insindacabile giudizio.
I Soci sono tenuti a corrispondere una quota annua il cui importo è fissato annualmente dal Consiglio Direttivo. Sono comunque sollevati dall’obbligo della quota i Soci Onorari e i Soci Benemeriti, iscritti in apposita sezione dell’Albo Soci.
Art. 5/bis – Sono Soci Sostenitori le persone fisiche che desiderano partecipare a specifiche attività dell’Associazione, beneficiare delle sue agevolazioni o accedere ai servizi per gli appassionati di moto realizzati da essa, senza tuttavia concorrere all’amministrazione della stessa come nel caso dei Soci Ordinari.
L’adesione si perfeziona versando la quota per la tessera associativa dedicata a questa tipologia di associati. Ai Soci Sostenitori non è richiesta pertanto formale domanda di ammissione.
I Soci Sostenitori non hanno alcun obbligo verso l’Associazione, altresì non partecipano all’Assemblea e non possono votare o essere votati.
Art. 6 – Il Socio che intende recedere dall’Associazione deve darne comunicazione con lettera raccomandata (o equivalente) almeno 3 (tre) mesi prima dello scadere del periodo di tempo per il quale è associato.
Il Socio decade automaticamente dal proprio status quando non adempie per tre anni consecutivi agli obblighi associativi.

Titolo III
L’Assemblea dei Soci
Art. 7 – L’Assemblea dei Soci è l’organo sovrano dell’Associazione e si fonda su principi di uguaglianza e democraticità.
L’Assemblea ordinaria dei Soci, convocata su delibera del Consiglio Direttivo non meno di 20 (venti) giorni prima di quello fissato per l’adunanza, si riunisce presso la Sede o in un altro luogo da indicarsi nell’avviso di convocazione, nel primo trimestre di ogni anno, per provvedere e per deliberare sul rendiconto finanziario, sullo stato patrimoniale e su tutti gli altri argomenti di carattere generale iscritti all’Ordine del Giorno per iniziativa del Consiglio Direttivo, ovvero su richiesta di almeno cinque Soci. La data e l’Ordine del Giorno dell’Assemblea sono comunicati ai Soci a mezzo lettera raccomandata o nei modi che il Consiglio Direttivo riterrà opportuni.
Art. 8 – Hanno diritto di partecipare all’Assemblea tutti i Soci che si trovino in regola col versamento della quota associativa. Ciascun Socio potrà rappresentare fino a 2 (due) altri Soci purché munito di regolare delega scritta. E’ ammesso il voto inviato per posta o in via telematica nei termini e nelle modalità previsti dal Consiglio Direttivo.
Per la costituzione legale dell’Assemblea e per la validità delle sue deliberazioni è necessario l’intervento di tanti Soci che rappresentino almeno il 50 per cento degli iscritti. Non raggiungendo questo numero di voti, la sessione è rimandata a non più di 30 (trenta) giorni dalla prima convocazione; nella seconda convocazione l’Assemblea è valida qualunque sia il numero di Soci presenti o rappresentati. La data di questa sessione può essere fissata nello stesso avviso di convocazione della prima.
Art. 9 – L’Assemblea delibera a maggioranza di voti dei Soci presenti o rappresentati mediante regolare delega scritta rilasciata ad altro Socio.
Art. 10 – L’Assemblea, all’inizio di ogni sessione, elegge tra i Soci presenti un segretario. Il segretario provvedere a redigere i verbali delle deliberazioni dell’Assemblea. I verbali devono essere sottoscritti dal Presidente, dal segretario stesso e dagli scrutatori qualora siano relativi a votazioni.
Art. 11 – Assemblee di carattere straordinario possono essere convocate per deliberazione del Consiglio Direttivo oppure per domanda di tanti Soci che rappresentano non meno della decima parte degli iscritti.
Art. 12 – I Soci riuniti in Assemblea straordinaria possono modificare il presente statuto nel rispetto dei principi espressi nell’Atto Costitutivo.
Per la validità delle deliberazioni relative a modifiche statutarie è necessaria la presenza, sia in prima che in seconda convocazione, di almeno la metà dei Soci ed il consenso di tre quinti dei voti presenti o rappresentati.

Titolo IV
Il Consiglio Direttivo
Art. 13 – Il Consiglio Direttivo è nominato dall’Assemblea ed è composto da non meno di 3 (tre) Soci così come stabilito dall’Assemblea stessa. Il Consiglio Direttivo dura in carica 5 (cinque) anni ed i suoi membri possono essere rieletti.
In caso di impedimento grave e prolungato o di dimissioni di un Consigliere prima della scadenza naturale del mandato, il Consiglio Direttivo provvederà alla sua sostituzione per cooptazione. Il Consigliere così eletto rimane in carica sino alla successiva Assemblea.
Qualora per qualsiasi motivo il numero dei Consiglieri si riduca a meno di un terzo, l’intero Consiglio Direttivo è considerato decaduto e deve essere rinnovato. La carica di Consigliere è gratuita.
Art. 14 – Il Consiglio Direttivo è investito di ogni potere per decidere sulle iniziative da assumere e sui criteri da seguire per il conseguimento e l’attuazione degli scopi dell’Associazione e per la sua direzione ed amministrazione ordinaria e straordinaria.
In particolare il Consiglio Direttivo:
a) fissa le direttive per l’attuazione dei compiti statutari, ne stabilisce le modalità e le responsabilità di esecuzione e ne controlla l’esecuzione stessa;
b) decide sugli investimenti patrimoniali;
c) stabilisce l’importo delle quote annue di associazione;
d) approva o respinge le domande di ammissione di nuovi Soci;
e) decide sull’attività e le iniziative dell’Associazione e sulla collaborazione con soggetti terzi a norma dell’art. 3;
f) approva i progetti di bilancio preventivo, il rendiconto finanziario e lo stato patrimoniale da presentare all’Assemblea dei Soci;
g) stabilisce le prestazioni di servizi ai Soci ed ai terzi e le relative norme e modalità di fruizione;
h) conferisce o revoca nomine a dirigenti e funzionari ed emana ogni provvedimento riguardante collaboratori e personale;
i) conferisce e revoca procure;
j) verifica la disponibilità del marchio Motolonga® secondo il relativo atto di concessione;
k) dirige, anche con l’ausilio di apposita redazione, il sito ufficiale dell’Associazione ed i canali di comunicazione ad esso correlati.
Art. 15 – Il Consiglio Direttivo nomina il Presidente che dura in carica per l’intera durata del Consiglio stesso. Nomina inoltre uno o più vice-presidenti. Il Presidente ed i vice-presidenti possono essere rieletti. Il Consiglio Direttivo stabilisce il calendario delle riunioni. Può essere inoltre convocato dal Presidente o da almeno un terzo dei Consiglieri.
Art. 16 – La firma e la rappresentanza legale dell’Associazione di fronte a qualsiasi autorità giudiziaria e/o amministrativa e di fronte ai terzi sono conferite al Presidente.
Collegio dei Revisori
Art. 17 – L’Assemblea generale nomina ogni 3 (tre) anni uno o più revisori dei conti.
I Revisori dei Conti curano il controllo delle spese, sorvegliano la gestione amministrativa dell’Associazione e ne riferiscono all’Assemblea generale.
Il Collegio dei Revisori si riunisce almeno una volta all’anno. Una di tali riunioni si tiene nel mese che precede quello in cui l’Assemblea generale è chiamata ad approvare il bilancio consuntivo e preventivo di ogni esercizio.
Collegio dei Probiviri
Art. 18 – L’Assemblea generale nomina ogni 3 (tre) anni il Collegio dei Probiviri, formato da 3 (tre) membri.
Tutte le eventuali controversie tra i Soci relative al rapporto associativo o tra essi e l’Associazione e/o i suoi organi saranno demandate a detto Collegio dei Probiviri, il quale giudicherà ex aequo et bono senza formalità di procedura. E’ escluso il ricorso ad ogni altra giurisdizione.

Titolo V
Disposizioni finali
Art. 19 – Mezzo elettivo per le comunicazioni con i Soci è il sito internet www.motolonga.org. L’Associazione può implementare all’interno del sito un’area riservata ai Soci ad accesso tramite identificazione.
Comitati temporanei o di scopo
Art. 20 – E’ ammessa su approvazione del Consiglio Direttivo la costituzione di comitati temporanei o di scopo, disciplinati da apposito regolamento, dedicati a progetti o ambiti specifici e delimitati.
Utilizzo del marchio Motolonga®
Art. 21 – La denominazione Motolonga®, in qualsiasi carattere di stampa, è marchio registrato concesso in uso all’Associazione dai legittimi proprietari con atto scritto e separato, fino a revoca. La revoca della concessione dell’utilizzo del marchio o la sua indisponibilità comporta lo scioglimento dell’Associazione.
Scioglimento
Art. 22 – L’Associazione si scioglie per la mancata disponibilità del marchio Motolonga® e/o per delibera dell’Assemblea straordinaria all’uopo convocata, la quale provvederà alla nomina di uno o più liquidatori.
Il fondo comune dell’Associazione deve essere devoluto ad una o più associazioni che operano senza scopo di lucro in ambiti affini a quelli dell’Associazione. In nessun caso il fondo comune può essere ripartito tra i Soci.
Disposizioni generali
Art. 23 – Per tutto quanto non contenuto nel presente statuto valgono le disposizioni del diritto comune.

Il Presidente
Manuel Pegoraro

Treviso, addì 4 ottobre 2005
(Ultima modifica: 21 marzo 2017)


Scarica la versione in PDF: Statuto Associazione Motolonga®

MotoRadio – La Playlist

MotoRadio

C'è una musica che solo noi sentiamo a motore acceso dentro il casco e qualche volta ci sembra di riconoscerla in uno di questi brani che abbiamo inserito nella nostra playlist.

Scegli l'articolo che vuoi leggere su questo sito e prima di iniziare clicca play e goditi il suono potente dei brani che non possono mancare nella playlist di un rider!

Se hai consigli su un brano che ti piacerebbe inserire nella nostra MotoRadio playlist faccelo sapere!